Verbale 20/10/2010 Stampa
Scritto da Administrator   
Domenica 24 Ottobre 2010 16:33

Nella RIUNIONE del 20.10.2010 si sono discussi i seguenti punti:

1.      Questione viabilità in centro. Si è relazionato sull’incontro avuto con l’Assessore alla Mobilità del Comune di Ancona. Partendo dal tema più attuale, che è quello della prevista sperimentazione di una molto discutibile modifica all’attuale assetto viario, si è affrontata la questione del PM10, i cui sforamenti il prossimo anno costeranno fra l’altro sanzioni salate all’erario e –come anche confermato dalle proposte della Regione Marche- potranno indurre gli enti territoriali ad imporre blocchi del traffico. Il timore espresso è stato quello dell’impreparazione di Comuni, aziende di TPL e cittadini. L’assessore ha assicurato che la politica dell’Amministrazione sarà tesa a potenziare i parcheggi scambiatori e a cercare una soluzione concertata per l’inquinamento proveniente dalle attività e dal traffico portuali. Riguardo alla prevista sperimentazione, si sono espressi forti dubbi sull’incremento del percorso a doppio senso di marcia per uso promiscuo in Corso Stamira, in quanto andrà sicuramente a svantaggiare il TPL, riducendone la velocità commerciale e creerà ingorghi in zona piazza Stamira. L’Assessore ha assicurato che la sperimentazione prevederà report mensili, resi opportunamente pubblici e che, in caso di esiti negativi, si procederà alla sospensione della stessa. Si è anche chiesto –nuovamente- che le associazioni, incluse quelle dei consumatori e degli utenti del TPL, siano invitate a partecipare agli incontri con i Comune sul tema viabilità. Terminata la relazione, si è evidenziata l’importanza di monitorare il TPL, anche e soprattutto sotto il punto di vista delle carte dei servizi e dei contratti di servizio stipulati tra aziende ed Enti Locali.

2.      Ex deposito derrate al Parco del Cardeto. Si è espressa preoccupazione per la notizia della possibile carenza di fondi per il recupero (o la demolizione) dell’immobile, che a lungo è stato al centro del dibattito sul Parco. In particolare, si è sottolineata l’urgenza, ora più che mai, di individuare una soluzione per l’immobile, visto che la vicina Polveriera, adesso splendidamente restaurata, è mortificata dalla presenza di un’architettura meno pregiata, in cattive condizioni e del tutto fuori scala.

3.      Raccolta differenziata porta a porta nel Capoluogo. Si è espresso l’auspicio di un rapido rientro alla normalità, a seguito della notizia della collocazione –ora in corso- dei cassonetti mancanti nelle zone centrali. Si è rimarcata la necessità di procedere subito ad un incontro con i vertici di AnconAmbiente, vista l’apparente stabilizzazione degli organi di governo dell’azienda: la collocazione dei nuovi cassonetti è senz’altro un passo avanti ma restano ancora aperte numerose questioni da chiarire e risolvere.

4.      Questione verde pubblico cittadino. In vista dell’incontro con gli Assessori Comunali competenti, si sono determinate le questioni da evidenziare. In particolare, saranno portate all’attenzione dell’Amministrazione, i numerosi casi critici di micro- o macro-zone in cui il verde pubblico è carente, assente o mal tenuto, come d dossier già pubblicato dal Circolo in primavera scorsa.

5.      Bilancio comunale partecipato 2011. Cogliendo l’invito dell’Assessore competente a suggerire un’azione da inserire nel bilancio 2011 del Comune Capoluogo, si è deciso di proporre ufficialmente la riapertura del Faro Vecchio, vista la notevole importanza che il monumento riveste per la città, l’incresciosa condizione di interdizione al pubblico, che perdura da troppi anni, nonché l’assoluta fattibilità economica.

 

Ultimo aggiornamento ( Domenica 24 Ottobre 2010 16:35 )