logo pungitopo

  • ico youtube
  • ico facebook
  • ico youtube

Articoli

PERCORSO DIREZIONE PARCO

IL PUNGITOPO A DIREZIONE PARCO! Come Circolo abbiamo sostenuto il progetto di informazione, conoscenza, fruibilità del percorso Direzione Parco, che dal pieno dell'area urbana di Ancona entra nel cuore del Parco del Conero attraverso una valle verde e silenziosa. Nel tempo, e solo grazie all'opera di volontari, si sta cercando di rendere il percorso più piacevole ed interessante. Da qualche mese la prima area di sosta, a Vallemiano, ha una nuova tabella informativa, e la stessa seduta è stata riverniciata grazie ad un prezioso progetto di collaborazione con il Centro Salute Mentale.

Da qualche giorno  troverete a Vallemiano anche il simbolo del nostro Circolo, ossia un piccolo arbusto di pungitopo, una tabella a ricordo dei primi 40 anni di nostra attività, e la prima seduta riverniciata grazie al progetto di cui abbiamo parlato prima, e che continuerà anche nelle prossime settimane. Un grazie infinito agli operatori e a tutti i partecipanti del CSM !

direzione parco sistemazione area di sosta inizio percorso 23 giu 2021

direzione parco tabella 40 anni pungitopo  

L'ALBERATURA STORICA DI VIA MARCONI

COMUNICATO STAMPA DEL NOSTRO CIRCOLO E DELLA SEZIONE DI ANCONA DI ITALIA NOSTRA

comunicato stampa pungitopo italia nostra alberi via marconi Page 1

 

comunicato stampa pungitopo italia nostra alberi via marconi Page 2

 

 

 

PUNGITOPO JUNIOR - LO SPAZIO DEDICATO A BAMBINE E BAMBINI

 

Pungitopo Junior

PUNGITOPO JUNIOR E' ARRIVATO! Cerca come puoi diventare agente speciale del Pungitopo sulla pagina https://www.pungitopo.org/pungitopo-junior/eventi-junior.html

del nostro sito dedicata ai più piccoli.

IL PERCORSO PEDONALE CUPA DI POSATORA

PERCORSO PEDONALE CUPA DI POSATORA. Di seguito l'ipotesi di percorso pedonale ad anello , con la descrizione per orientarsi.

Carta sentiero cupa di posatora 1

Ipotesi di percorso pedonale  CUPA DI POSATORA

Lunghezza complessiva : 6, 7 Km

Descrizione itinerario: si tratta di un percorso ad anello: ex CRASS- Via Cupa di Posatora- Piste del Fornetto- Parco Belvedere – Parco Fiorani – ex CRASS

Dopo aver attraversato l’ex CRASS e gli alberi monumentali del suo parco, si esce dal cancello dietro le nuove palazzine, e si svolta a destra per la strada che porta alla Casa Rossa.

Si percorrono ca 70 m, e quando la strada svolta e sale a sinistra, si piega lievemente a destra, prendendo un sentiero che costeggia il fosso al di là del quale c’è il Nuovo Tambroni. Lo si percorre sino ad un ponticello: si è in via Cupa di Posatora, vicino al Palamassimo (che può essere il punto di partenza per chi non passa per l’ex CRASS).

Si svolta a sinistra, su asfalto in salita su Via Cupa: dopo ca 100 m si trova una edicola votiva. Al termine dell’asfalto, si svolta a sinistra per un sentiero: si tratta sempre di Via Cupa, un tempo percorribile in automobile. Si percorrono ca. 200 metri in pianura: quando appare il cancello secondario della Casa Rossa, si svolta a destra in sensibile salita, sino ad arrivare alla prima casa di Posatora. Ora Via Cupa ritorna ad essere una strada carrabile, ombreggiata da olmi e querce: si oltrepassa la nuova chiesa parrocchiale e si continua per ca. 1 km sino al bivio con Via del Fornetto.

Si svolta a sinistra, per asfalto, per ca. 200 metri e prima delle vecchie case della frazione, si gira a destra: sono presenti le indicazioni stradali “Statua di San Pio” e “Piste Ciclopedonali del Fornetto”. Si sale per asfalto sino alla statua di San Pio e si prende la pista pedonale sterrata (pista del Fornetto alta) , molto panoramica, per ca. 700 m. sino ad incrociare Via del Golfo.

Si svolta a destra, in ripida discesa, per ca. 100 metri, e si gira ancora a destra per imboccare la pista pedonale bassa del Fornetto, che si percorre interamente. Lungo la pista si aggira una ex casa colonica, e si svolta subito dopo la casa a sinistra: la carrareccia viene percorsa sino a che raggiunge prima alcune abitazioni, per poi uscire di nuovo lungo Via del Fornetto. Si svolta a sinistra e si scende sino al Parco Belvedere e alla storica chiesa parrocchiale, per poi imboccare il Parco Fiorani dal lato opposto della strada. Si entra, si prende il sentiero a sinistra e si supera lo sgambatoio per cani sino a incrociare la segnaletica dell’Antico Sentiero del Borghetto, che porta a Torrette (se si vuole). Si risale per il Parco, ammirando il panorama sul Porto, e si esce dalla porta principale di Parco Fiorani: davanti si trova Villa Colonnelli. Si gira a sinistra e si percorre Via Posatora sino al semaforo: si svolta a destra, e dopo pochi metri a sinistra per Via Brodolini. Si supera la scuola primaria: subito dopo si imbocca a destra una carrabile bianca (presenza di un bel filare di gelsi) per ca. 200 metri, per svoltare a sinistra a metà collina, lungo un sentiero che per incolti riporta, scendendo, al Palamassimo. Di qui sino all’ex CRASS superando il ponticello di Via Cupa e svoltando a sinistra, per lo stesso percorso di andata.

Nota: tutto l’itinerario è completamente privo di segnaletica. La presente è solo l’indicazione di un possibile percorso pedonale, molto gradevole, da affrontare con abbigliamento, soprattutto scarpe, adeguate al fondo che può presentare tratti fangosi dopo piogge recenti.

LE FOTO VINCITRICI DEL CONTEST FOTOGRAFICO

LE FOTO VINCITRICI DEL CONTEST "GLI ALBERI RACCONTANO". Nel corso della diretta facebook con gli amici della sezione Marche dell'A.F.N.I. sono state proclamate le foto vincitrici del contest fotografico. Si tratta delle foto di Teresa Garofalo (1° classificata) - e di Irene Giorgini (2° classificata), cui andranno un buono spesa rispettivamente di 80 e 30 euro da spendere presso la bottega del Commercio Equo e Solidale di Ancona - Corso Carlo Alberto, o in altre botteghe della stessa cooperativa.

La foto di Teresa Garofalo - ARBUSTO NEL PARCO DELLA CITTADELLA

Garofalo Teresa 2 Arbusto Parco Cittadella

La foto di Irene Giorgini , scattata nelle campagne di Varano (Ancona) - QUERCIA

Giorgini Irene 1 QUERCIA 

 

la cui didascalia è:

Reassuring embrace of a soulmate.

Degli esemplari di Quercus mantengono alcune foglie durante l’Inverno.

 In Autunno, mentre tanti alberi si spogliano completamente, le loro foglie non si distaccano totalmente dai rami anche se sono secche, lo faranno in Primavera, nel momento in cui nasceranno le nuove tenere, che si prenderanno cura, attraverso la fotosintesi, della Vita di questi meravigliosi e saggi giganti. 

Simbolo antico di fertilità, saggezza e resistenza, veniva adorata per la Sua forza primordiale e l'abilità di sopravviviere anche nei periodi più difficili. Che sia sempre una Madre per tutti noi.

Privacy Policy Cookie Policy