logo pungitopo

  • ico youtube
  • ico facebook
  • ico youtube

Articoli

Parco del Cardeto - la tutela della biodiversità passa anche attraverso il rispetto delle regole ed il senso civico individuali.

PARCO DEL CARDETO - TUTELA E SENSO CIVICO .Da anni il nostro Circolo, assieme alla cooperativa Hort, cerca di salvare la flora spontanea che cresce al Parco del Cardeto, data anche la presenza di alcune specie estremamente rare per un parco posto al centro di una città. Orchidee, narcisi, violacciocche, anemoni a meno di 100 metri in linea d’aria dal Municipio. Sino a qualche anno fa ci battevamo con il Comune, per chiedere di non tagliare l’erba in alcune zone ove crescevano i fiori più rari, non sempre con esito positivo. Ora, da qualche anno il Comune pone molta attenzione al periodo di taglio dell’erba e ai luoghi ove sfalciare, e di ciò siamo molto contenti.

Ciò nonostante, rispetto ad un censimento del numero delle specie e del numero di esemplari per ciascuna specie, abbiamo dovuto registrare che alcuni fiori sono scomparsi, mentre di altri ne rimanevano un numero esiguo. Una delle cause è certamente il forte utilizzo del Parco da parte dei cittadini ed il conseguente calpestio dei fiori, dal momento che molte specie crescono ai margini di sentieri e spiazzi erbosi. Con la pandemia questo problema è molto aumentato.

Data la situazione, abbiamo chiesto e ottenuto dal Comune che due piccoli tratti di sentieri secondari, per un totale complessivo di poche decine di metri, fossero chiusi temporaneamente al passaggio per consentire la riproduzione dei fiori che vi crescono. I due tratti sono stati chiusi con delle staccionate di legno, spiegando i motivi. Come risultato, dopo pochi giorni le staccionate sono state divelte, i cartelli strappati. Ed anche a staccionate ancora in piedi, molti cittadini, di ogni età, nonostante gli avvisi, passavano come se nulla fosse.

Perché ci siamo dilungati su un fatto che potrebbe sembrare di poco rilievo?

Perché, quando sentiamo parlare o parliamo di tutela della biodiversità (animali, ma anche piante e fiori), tutti i cittadini debbono fare la loro parte. In questo caso, rispettando i cartelli ed i divieti. Il futuro del nostro pianeta dipende anche dai nostri comportamenti individuali, a maggior ragione quando lo si può fare con poco sforzo; non è solo un problema dei politici, o di altri. Non ci possiamo credere assolti: se non facciamo il nostro dovere, saremo lo stesso coinvolti (come diceva Fabrizio De Andrè).

Tornando al Parco del Cardeto, ora sono stati installati per ogni ingresso, a cura nostra e di Hort, alcuni tabelloni o tabelle illustrative dei fiori più rari o particolari. Ve li mostriamo di seguito

Tabellone Via Panoramica r

Tabella Via Birarelli r

IL LUPO APPENNINICO - GRANDE INTERESSE PER L'INCONTRO DI SABATO 26 MARZO

L'incontro di sabato 26 marzo a Casa Culture ha suscitato un grande interesse nei presenti, sia fisicamente che in remoto. La zoologa Sara Marini e il naturalista Nicola Felicetti, che ringraziamo di cuore , hanno spiegato chi è il lupo, le sue abitudini, la sua diffusione, sia in Italia che nelle Marche. Il dibattito che è seguito è stato partecipato e di grande spessore. La registrazione dell 'incontro è disponibile sulla nostra pagina FacebookLupo incontro

 

PIANTIAMO IL PRESENTE , RIFORESTIAMO IL FUTURO

ALBERI PER IL VERDE URBANO - E' stato presentato alla Coop Alleanza 3.0 il progetto PiantiAmo il presente, riforestiAmo il futuro, che riguarda il Verde Urbano, e che prevede:

- la piantumazione di alberi ed arbusti negli spazi verdi antistanti il Palaindoor, in collaborazione con l'Associazione Rugbistica Anconitana. Difatti gli alberi rimuovono l’anidride carbonica e la sottraggono all’atmosfera, diminuendo l’effetto serra dovuto all’eccesso di emissioni di CO2 derivanti dalle attività umane. Le superfici coperte da alberi svolgono anche altre benefiche funzioni nelle città: offrono ombra nel periodo estivo, sono rifugio di uccelli e piccoli animali e limitano le bolle di calore create da strade ed edifici. Con il tempo doneranno ombra e bellezza a un luogo molto frequentato.

- la messa a dimora di arbusti e piante in grado di attirare le farfalle al Parco del Cardeto.Come le api, le farfalle sono importanti insetti impollinatori, e sono altrettanto delicate. Risentono velocemente del deterioramento degli habitat e nei parchi delle città sono diventate estremamente rare. Per questo motivo, assieme alla Cooperativa Hort, abbiamo pensato di piantare nel Parco del Cardeto arbusti che fioriscono in periodi diversi dell’anno e i cui fiori siano in grado di attirare farfalle di specie diverse, per favorire la loro presenza stabile.

Il progetto, assieme ad altri due interessanti progetti di altrettante associazioni della nostra città, è in votazione da parte dei clienti nei punti vendita Coop dal 27 settembre per 30 giorni.

Per ulteriori informazioni https://www.coopalleanza3-0.it/piu-vicini.html

Di seguito il  nostro progetto:

Progetto Coop

 

 

PIANTATO UN ACERO IN PIAZZA SALVO D'ACQUISTO

Lunedì 21 marzo 2022, assieme all'associazione Libera di Ancona, abbiamo ripiantato un acero campestre in Piazza Salvo d'Acquisto, dopo che la piantumazione dello scorso anno era andata purtroppo perduta. Alla iniziativa erano presenti alunni e insegnanti della Scuola Falcone, e i Carabinieri Forestale di Ancona.

acero scuole

Duna sabbiosa in formazione a Collemarino - Installato il tabellone informativo

DUNA DI COLLEMARINO - INSTALLATO IL TABELLONE . Con soddisfazione informiamo che a fine luglio è stato installato, sulla spiaggia di Collemarino, un tabellone informativo sulla duna sabbiosa in formazione nel piccolo tratto di arenile che va dal sovrappasso in legno (zona commerciale) verso Torrette. Una piccola zona ove le specie vegetali tipiche delle dune si potranno riprodurre , con il tempo, se l'uomo non interverrà con mezzi meccanici o estirpando le piante autoctone ecc.

E' un piccolo risultato per il nostro Circolo, che da un paio di anni aveva segnalato al Comune questa zona: il Comune ha recepito positivamente la nostra segnalazione, ne siamo soddisfatti. Ma non è l'unica zona: altri due piccoli lembi di duna sono presenti pochi metri più a nord,verso Palombina,nei pressi del bar che si trova sulla spiaggia libera.

E' prevista anche una breve cerimonia ufficiale di inaugurazione della tabella nei primi giorni di settembre: un' occasione per conoscere questa zona per tutti. Vi forniremo i dettagli appena possibile.

Tabellone duna di collemarino

 

Privacy Policy Cookie Policy